Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento

orientamento-mini

Percorso per le competenze trasversali
e per l'orientamento

Formare Persone consapevolmente responsabili e pronte a ricoprire incarichi innovativi o con specifiche competenze propedeutiche alla creazione d’impresa o alla creazione della propria professionalità.

L’obiettivo dei percorsi è quindi promuovere le discipline di studio che danno valore sia a tutte quelle materie tecniche essenziali alle scelte di lavoro aziendali o professionali inerenti la gestione della propria attività, sia a quegli strumenti adatti a favorire uno sviluppo personale che aiuti a riconoscere ed utilizzare concretamente le singole attitudini.

Lettera i persegue un approccio interdisciplinare, che fornisce una visione d’insieme di tutti quei processi che sottendono da una parte alle capacità di affrontare le problematiche della corretta gestione del progetto di lavoro e dall’altra a sviluppare le potenzialità individuali.

I percorsi di formazione e di orientamento di Lettera i mettono in primo piano l’interesse dei partecipanti a sperimentare, già in aula, le proprie idee ed aspirazioni per trasformarle in progetti lavorativi.

Riscoprire il proprio talento vuol dire scegliere di costruire una storia professionale unica, mettendo a frutto opportunità e passioni, per iniziare un percorso lavorativo che coincida con il proprio vissuto e dia la possibilità di trasformare un incontro, un’idea, un pensiero in un progetto imprenditoriale e/o professionale in grado di non temere le continue trasformazioni storiche, sociali, economiche.

 

Finalità del percorso

Siamo consapevoli che la parola “Futuro” per i giovani può diventare la peggiore se non è riempita di contenuti.

Gli studi hanno evidenziato gli effetti prodotti sul nostro cervello e sulla nostra vita dagli eventi politici e sociali che accadono nel mondo che ci circonda. Lo scenario sociale, cambiando continuamente, fa mutare velocemente i punti di riferimento generando grande incertezza e paura. Di conseguenza, l’elaborazione cognitiva è diventata più difficile e sempre più spesso si parla di “assenza di programmazione e di difficoltà del cervello di mantenere l’attenzione”.

Riempire la parola Futuro di contenuti e competenze comporterà maggiori opportunità di raggiungere i risultati. In questo modo si configura un vero e proprio orientamento alle scelte personali, di lavoro e di vita.

Strategie e metodi utilizzati

Il Percorso per le Competenze trasversali di Lettera i lavora si articola in due momenti strutturati per l’acquisizione di:

  • Conoscenze tecnico-professionali
  • Capacità, ossia l’apporto che consente alle conoscenze di attivarsi per ottenere risultati

Durante lo svolgimento del percorso gli studenti entrano in contatto con le proprie emozioni scoprendo talenti e passioni. Grazie al volano dell’entusiasmo, i giovani studenti attivano l’attenzione e la veicolano sulla ricerca dei contenuti necessari per realizzare i propri progetti.

I contenuti rappresentano il sapere (i tools) che, applicato al contesto lavorativo, consente azioni mirate e centrate.

 

Contenuti ed ore di sperimentazione per gli studenti

Le materie che vedranno coinvolti gli studenti intendono “alzare l’asticella” delle loro prestazioni, in linea con la richiesta di maggiore competenza, flessibilità ai cambiamenti del mercato del lavoro, abilità funzionali all’occupabilità, cittadinanza attiva:

  • Motivazione e passione: leve per il cambiamento
  • Profili professionali più ricercati ed i propri talenti: approfondimenti su Impresa, Arte e Cultura. I nuovi ruoli richiesti nel mondo del turismo, arte, informatica, innovazione tecnologica ed intelligenza artificiale. Le nuove professionalità richieste dalla Green economy. La riscoperta delle imprese artigianali
  • La ricerca del lavoro mirata ed efficace: la scelta universitaria o lavorativa adeguata al proprio talento
  • Il progetto d’azienda, da dove si parte: il business plan
  • L’educazione finanziaria: la corretta gestione delle proprie risorse finalizzata al raggiungimento dei propri obiettivi di vita e di lavoro. Pianificazione e budgeting per l’impresa.
  • Le mappe concettuali e le mappe mentali: nella costruzione dei progetti e nelle fasi dell’apprendimento, strumenti e metodi per portare a termine un lavoro in maniera efficiente
  • La selezione dell’attenzione e l’allargamento del campo delle possibilità
  • La gestione del tempo: timing e ottimizzazione di tutte le risorse disponibili al raggiungimento degli obiettivi
  • Project work: dall’idea al progetto di lavoro
  • La sostenibilità economica e finanziaria del progetto di lavoro: il bilancio di esercizio. Lo strumento per prendere le decisioni ai fini gestionali e per trarne una rappresentazione economica finanziaria dell’impresa.
  • L’importanza del lavoro in team
  • Identità ed immagine: il marketing ed il brand positioning. L’educazione digitale e l’efficacia del marketing
  • L’intelligenza emotiva: costruire relazioni adeguate, con i diversi interlocutori: fornitori, clienti, enti creditizi, pubbliche amministrazioni, partner, soci ed in famiglia
  • Scrivere un CV chiaro, efficace e credibile. Cosa sono hard e soft skills e come usarle
  • Orientamento alla scelta del tirocinio curriculare
  • Seminari :
    • L’equilibrio finanziario: le aziende falliscono per problemi finanziari e non per problemi economici. Approfondimento delle motivazioni. Principali indicatori dello stato di salute dell’impresa, l’importanza del trend;
    • Competenze e capacità professionali richieste per essere Imprenditori della Green Economy
    • La comunicazione dell’azienda e della propria professionalità: strategie di business e neuro marketing. Il ruolo centrale delle emozioni nelle decisioni
    • Le nuove figure professionali richieste dagli Enti Culturali: la Catalogazione digitale dei beni culturali, il Restauro Virtuale, il Crowdfunding per i Beni Culturali, L’europrogettazione

Approfondimenti Anno Scolastico 2019/2020 di Lettera i

Il Governo italiano promuove L’Educazione Finanziaria, assicurativa e previdenziale

La conoscenza finanziaria influenza in generale i comportamenti finanziari e il benessere delle persone. La ricerca accademica dimostra che chi ha maggiore conoscenza finanziaria pianifica di più il proprio futuro, risparmia di più ed investe meglio i propri risparmi, si indebita di meno e gestisce meglio il proprio debito. I dati IACOFI riportano una correlazione positiva tra il livello di cultura finanziaria e la probabilità di sottoscrizione di prodotti previdenziali o assicurativi; ne registrano una negativa tra competenze finanziarie e cattivi investimenti o l’esposizione a frodi finanziarie (come, ad esempio, phishing o pagamenti non autorizzati).

L’educazione finanziaria per i giovani proposta da Lettera i

Il traguardo che si intende raggiungere è accompagnare i giovani all’uso migliore delle risorse che si troveranno a disposizione nel corso della vita, offrendo strumenti adeguati di conoscenza finanziaria (il risparmio, la pianificazione, la gestione risorse utili a rendere possibili i propri progetti). Si parte dalle fasi che scandiscono il ciclo di vita dei fabbisogni delle famiglie fino ad arrivare ad approfondire i progetti di investimento per la propria scelta professionale, la sostenibilità finanziaria ed economica di una idea importante, il risparmio, il futuro e la protezione previdenziale.

I nostri docenti

domenico

Domenico Bennardi

Direttore Artedata, è docente di ICT per i Beni Culturali, Restauro Virtuale, Didattica per i Musei, Comunicazione eventi della cultura. E’ esperto conoscitore di Marketing e Crowdfunding nei Beni Culturali. Relatore in importanti convegni, ha insegnato presso l’Università La Sapienza di Roma per il Master “AMP Art Management Psychology, Turismo Culturale al WTC, Workshop Tourism & Culture presso il Macro Testaccio a Roma e Comunicazione, Valorizzazione e Marketing Territoriale e Culturale presso l’Università del Salento. E’ stato tra i fondatori del MUV Matera, il Museo Virtuale della Memoria Collettiva di Matera, ed è autore, tra gli altri testi pubblicati, di “Il Restauro tra ideologia e metodologia”, scritto con il Prof. Rocco Furferi dell’Università di Firenze.

Domenico Bennardi

giosi

Giosi D'Amore

Pedagogista e atelierista, esperta in comunicazione interpersonale, ha maturato una pluriennale esperienza in campo educativo. Allieva di Bruno Munari, è dedita con passione alla didattica dell’arte. Ha approfondito le proprie competenze con corsi di alta formazione presso l’Università di Bologna come il Master “Il clown al servizio della persona”, e “La didattica creativa della manipolazione rivolta ai bambini”. Ha seguito i percorsi “Dall’impulso creativo alla formulazione - Itinerario sulla semiologia dell’espressione” con Arno Stern, “Gli alfabeti personali” con Roberto Pittarello, “Stimolazioni Tattili” condotto da Marco Dallari. I suoi aggiornamenti professionali sulla didattica della creatività si sono svolti presso il Centro Pecci Arte Contemporanea di Prato, il Museo della Ceramica di Faenza e la Galleria d’Arte Moderna di Bologna.

Giosi D'Amore

gallucci

Francesco Gallucci

Vicepresidente, Direttore Scientifico e fondatore di Ainem, Associazione Italiana di Neuromarketing. Insegna Neuromarketing per il Design presso il Politecnico di Milano. Uno dei pionieri in Italia e tra i massimi esperti di Neuromarketing. Ha realizzato fino ad ora oltre 100 progetti di Neuromarketing per le più importanti multinazionali in Italia e all’estero. È autore di numerose pubblicazioni tra cui Neuromarketing (Egea, 2016), Marketing Emozionale e Neuroscienze (Egea, Il Sole 24 Ore, 2015), La strategia della Semplicità (Egea, 2009). È Direttore Scientifico del Laboratorio di Neuroscienze Applicate della Fondazione GTechnology.

Francesco Gallucci

garofalo

Caterina Garofalo

Presidente e Fondatrice di Ainem, Associazione Italiana di Neuromarketing. Esperta e studiosa di marketing emozionale, ha ideato e realizzato oltre 50 eventi emozionali in Italia e all’estero per aziende nazionali e internazionali. È stata docente di marketing delle emozioni presso il Politecnico di Milano e presso alcuni Master italiani, è docente di Neuromarketing presso lo IUSTO (Istituto Universitario Salesiano di Torino), speaker in convegni di marketing e di neuromarketing. Autrice di pubblicazioni e saggi, tra i quali Macro e Micro Eventi per l’autopromozione.

Caterina Garofalo

Desideri maggiori informazioni?

Potrebbero interessarti anche

Corso di Economia e Gestione
dei Beni Culturali

Le più innovative strategie di impresa applicate al sistema della cultura

Fare
Impresa

Progettare l'innovazione
e competere con successo

Fare Impresa
Culturale e creativa

per operare strategicamente nel settore delle Imprese della Cultura

Educazione
finanziaria
nelle scuole superiori

Fornire ai giovani gli strumenti di conoscenza del mondo del risparmio, partendo dalle loro esigenze.